Comunicati Stampa

Storico dei comunicati stampa

Presentata alla stampa la Serata Culturale Resiana

UNIONE DEGLI ISTRIANI

LIBERA PROVINCIA DELL’ISTRIA IN ESILIO

 

COMUNICATO STAMPA

20 novembre 2012

 

Presentato a Palazzo Tonello il programma della manifestazione  “Serata culturale Resiana. I problemi e la cultura di una straordinaria realtà regionale”

Lacota “L’Unione degli Istriani conferma il pieno sostegno alle legittime aspirazioni ed aspettative della comunità linguistica della Val Resia, a rischio fagocitazione ad opera dell’intellighenzia slovena”  

E’ stato illustrato questa mattina a Palazzo Tonello il dettagliato programma dell’iniziativa intitolata “Serata culturale Resiana”, che si svolgerà sabato 24 novembre con inizio alle ore 16.30 nella sede storica di via Silvio Pellico dell’Unione degli Istriani, a Trieste.

Alla conferenza stampa di presentazione hanno preso parte Massimiliano Lacota, presidente degli esuli istriani, e Alberto Siega, presidente dell’associazione Identità e Tutela Val Resia, i quali hanno sottolineato come la collaborazione tra le due organizzazioni, già iniziata diverso tempo fa, si prefigge come comune obiettivo innanzitutto il riconoscimento delle particolarità linguistiche ed etniche del territorio regionale da parte delle amministrazioni locali e della Regione  in particolare.

Aprendo l’incontro con la stampa, il presidente Lacota ha rimarcato come “la straordinaria realtà della Val Resia rischia di estinguersi a causa di un disegno politico ben preciso, tanto inaccettabile quanto cinico, architettato dall’elite politica della minoranza slovena ed implicitamente condiviso dalle amministrazioni locali,  in violazione di tutti i principi vincolanti che si rispecchiano in numerosi documenti internazionali, tra i quali la Dichiarazione dei diritti delle persone appartenenti a minoranze religiose e linguistiche, nazionali o etniche del 1992 e la Convenzione-quadro per la protezione delle minoranze, in vigore dal 1998”.  “Si tratta di una ricchezza assoluta”ha sottolineato Lacota “che va subito riconosciuta e ben distinta dalla componente slovena, ed adeguatamente rispettata e protetta”.

Il presidente Siega ha denunciato l’ingerenza diretta dello Stato Sloveno negli affari interni del Comune di Resia, in particolare con l’invio al Sindaco di Resia di missive con indicazioni circa l’assegnazione della gestione del locale Centro Culturale Resiano.

Entrando nel merito del programma della manifestazione, gli organizzatori hanno confermato la partecipazione del Sindaco di Resia, Sergio Chinese, dello storico Gilberto Barbarino che si occuperà di fare un inquadramento storico del resiano nell’ambito delle altre lingue slave.

Sono previsti poi diversi intermezzi di balli e canti resiani a cura dei bambini in costume tradizionale che compongono il Piccolo Coro Monte Canin.

                                                                                                                                                               

UNIONE DEGLI ISTRIANI


Scarica il Comunicato Stampa in formato PDF (92.1 kB)

Invito a Conferenza Stampa: presentazione della Serata Culturale Resiana

UNIONE DEGLI ISTRIANI

LIBERA PROVINCIA DELL’ISTRIA IN ESILIO

 

INVITO A CONFERENZA STAMPA

20 novembre 2012

 

Presentazione del programma dell’incontro

 

Serata Culturale Resiana

I problemi e la cultura di una straordinaria realtà regionale

 

Si invitano i signori giornalisti a prender parte alla conferenza stampa  convocata dal presidente Massimiliano Lacota a Palazzo Tonello (via Pellico 2, Trieste) martedì 20 novembre 2012, alle ore 10.30, per presentare la Serata Culturale Resiana – I problemi e la cultura di una straordinaria realtà regionale, incontro che avrà luogo sabato 24 novembre 2012alleore 16.30 presso la Sala Maggiore di Palazzo Tonello, sede dell’Unione degli Istriani, a Trieste.

L’incontro pubblico si prefigge di rendere nota a Trieste la decennale battaglia dell’Associazione Identità e Tutela della Val Resia (I.T.V.R.) per resistere ai processi di indebolimento e snaturalizzazione ai danni della minoranza etnolinguistica Resiana, forzosamente inglobata in quella slovena, con la quale nulla ha a che fare.

Nel corso della serata, oltre agli interventi del presidente dell’Unione degli Istriani e, rispettivamente, di quello dell’Associazione Identità e Tutela della Val Resia, sono previsti il saluto del Sindaco di Resia Sergio Chinese, la prolusione dello storico Gilberto Barbarino ed i canti e balli tradizionali tipici a cura del Piccolo Coro Monte Canin.

A presentare martedì i contenuti ed il programma dell’evento sarà anche il Presidente dell’associazione I.T.V.R. Alberto Siega.

 

UNIONE DEGLI ISTRIANI

Scarica il Comunicato Stampa in formato PDF (75.59 kB)

Riunito oggi a Roma il Tavolo Esuli-MIUR

UNIONE DEGLI ISTRIANI

LIBERA PROVINCIA DELL'ISTRIA IN ESILIO

 

COMUNICATO STAMPA

10-10-2012

 

Stabilito al Ministero dell'Istruzione il programma per il prossimo seminario nazionale che si svolgerà per il secondo anno consecutivo a Trieste

Recepite le modifiche chieste dall'Unione degli Istriani sui nominativi dei relatori e sul programma definitivo

 

Si svolgerà a Trieste nei giorni 22 e 23 febbraio 2013, per la seconda volta consecutiva, il seminario nazionale voluto dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) e dalle Associazioni degli Esuli Istriani, Fiumani e Dalmati che verterà sul tema: "La Storia del Confine Orientale nell'insegnamento scolastico: situazione attuale e prospettive future".

Riservato ai docenti delle scuole superiori di ogni ordine e grado, il seminario nasce ben cinque anni fa con l'istituzione presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri del Tavolo Governo Italiano - Associazioni degli Esuli, in seno al quale è stato costituito un Gruppo di Lavoro apposito con sede presso la sede del MIUR in viale Trastevere a Roma.

Questa mattina si è svolta la riunione conclusiva che ha stabilito il programma ed i relatori ufficiali. Sono state recepite le osservazioni dell'Unione degli Istriani con le modifiche di diverse proposte a suo tempo avanzate e che rivelavano una scarsa attinenza con l'importante iniziativa che vede, costantemente in crescita, oltre un centinaio di docenti partecipanti da ogni regione d'Italia.

Una delle questioni più rilevanti che verranno affrontate nel corso del prossimo seminario sarà l'inserimento nei libri di testo in dotazione agli istituti scolastici di un adeguato spazio riservato alla trattazione ed a una più completa contestualizzazione delle complesse vicende del Confine Orientale.

A rappresentare l'Unione degli Istriani alla riunione ministeriale c'erano il presidente Massimiliano Lacota, il vicepresidente Enrico Neami ed il rappresentante della delegazione di Roma, Enrico de Cristofaro.

 

UNIONE DEGLI ISTRIANI


Scarica il Comunicato Stampa in formato PDF (105.4 kB)

Si riunisce domani a Roma il gruppo di lavoro Esuli-MIUR

UNIONE DEGLI ISTRIANI

LIBERA PROVINCIA DELL'ISTRIA IN ESILIO

 

COMUNICATO STAMPA

9-10-2012

 

Riunito domani a Roma il gruppo di lavoro Esuli-MIUR

L'Unione degli Istriani chiederà sostanziali modifiche al programma

del Seminario Nazionale di febbraio a seguito degli ultimi avvenimenti

 

È stato convocato domani mattina nella sede del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca (MIUR), alle ore 11.00, il Gruppo di Lavoro "Istria, Fiume, Dalmazia" costituito dai rappresentanti delle Associazioni degli Esuli e dei funzionari del Ministero.

A rappresentare le istanze e le posizioni dell'Unione degli Istriani saranno il presidente Massimiliano Lacota, il vicepresidente Enrico Neami ed il rappresentante della delegazione di Roma Enrico de Cristofaro.

Tra i temi che verranno trattati, particolare rilievo avrà la messa a punto dell'organizzazione del prossimo Seminario Nazionale dedicato agli insegnanti delle scuole secondarie di ogni ordine e grado, che avrà luogo a Trieste nel prossimo febbraio, e la proposta definitiva dei relatori ufficiali che verranno designati.

Rispetto alla rosa dei nomi inizialmente ipotizzata, l'Unione degli Istriani chiederà alcune modifiche, inclusa la sostituzione del nominativo del prof. Franco Cecotti il quale, recentemente, ha preso parte come relatore ufficiale a manifestazioni di carattere politico ed ideologicamente orientate e, quindi, del tutto incompatibili con i principi di imparzialità che contraddistinguono l'attività del Tavolo istituzionale.

 

Unione degli Istriani

 

Scarica il Comunicato Stampa in formato PDF (119.39 kB)

L'Unione degli Istriani oggi alla Farnesina

 

UNIONE DEGLI ISTRIANI

LIBERA PROVINCIA DELL'ISTRIA IN ESILIO

COMUNICATO STAMPA

Roma, 3 ottobre 2012

 

Unione degli Istriani stamani alla Farnesina

 

L'Unione degli Istriani ha incontrato questa mattina alla Farnesina, nell'ambito del Tavolo di coordinamento istituito presso il Ministero degli Affari Esteri, il neo Direttore Generale per l'Unione Europea Luigi Mattioli.

Erano presenti inoltre il Vicedirettore Alessandro Pignatti Morano di Custoza, già ambasciatore d'Italia a Zagabria, l'ambasciatore Francesco Saverio De Luigi, l'ambasciatore Michele Baiano e l'Ambasciatore Massimo Spinetti.

Durante la riunione sono state affrontate le problematiche relative alle restituzioni dei beni degli esuli situati in territorio croato, con particolare riferimento a quelle della ex Zona B del Territorio Libero di Trieste, con approfondimento della situazione relativa alla questione delle opere d'arte rivendicate dalla Slovenia, oggi situate in una sezione museale a Trieste.

E' stato anche esaminato il tema del rifinanziamento delle Leggi 72/01 e 73/01 che erogano i contributi alle associazioni degli esuli e all'Unione Italiana. A questo proposito l'Unione degli Istriani ha espresso una chiara posizione, manifestando la necessità di rivedere i parametri della norma.

Per l'Associazione hanno partecipato all'incontro il presidente Massimiliano Lacota ed il vicepresidente Enrico Neami. Era presente anche una rappresentanza della Federazione delle associazioni degli esuli.

 

UNIONE DEGLI ISTRIANI


Scarica il Comunicato Stampa in formato PDF (93.03 kB)