Comunicati Stampa

Storico dei comunicati stampa

Il Prefetto di Trieste in visita alla sede dell’Unione degli Istriani

Visita questa mattina del Prefetto e del Vice Prefetto di Trieste

a Palazzo Tonello

 

 

COMUNICATO STAMPA

18.05.2016

 

Ha avuto luogo questa mattina nella sede di Palazzo Tonello la visita del Prefetto di Trieste e Commissario di Governo nella Regione Friuli Venezia Giulia, Annapaola Porzio, era accompagnata dal dott. Capo di Gabinetto e Viceprefetto, Enrico Roccatagliata

Accolti dal Presidente dell’Unione degli Istriani, Massimiliano Lacota e dalla vicepresidente Nelia Verginella Petris, il Prefetto ed il Viceprefetto hanno visitato le sale di rappresentanza e gli uffici del primo e secondo piano di Palazzo Tonello, intrattenendosi poi nella Sala della Dieta istriana per un colloquio, cui hanno preso parte alcuni membri della Giunta e del Consiglio dell’Organizzazione.

Il prefetto Porzio, dopo aver attentamente preso nota delle attività culturali ed istituzionali che l’Unione degli Istriani ha svolto dalla sua fondazione avvenuta nel 1954 e che continua ininterrottamente a svolgere anche in campo europeo, ha sottolineato la propria soddisfazione nell’aver potuto approfondire la conoscenza di questa realtà associativa, ascoltando “la vita” di ciò che riguarda il mondo giuliano-dalmata in esilio. Il Prefetto ha altresì posto l’accento sul lungo oblio che ha caratterizzato le vicende del confine orientale d’Italia e sulla necessità di operare oggi, in un contesto seppur difficile anche per l’Unione Europea, verso una condivisione di queste vicende storiche, che dovrebbero poter trovare spazio anche nella società dei paesi dell’ex Jugoslavia.

Il Viceprefetto Roccatagliata ha ricordato come la tragedia dell’esilio abbia anche fatto parte delle sue vicende familiari avendo un parente prossimo vissuto quella drammatica esperienza.

L’incontro, svoltosi in un clima molto cordiale, si è concluso con alcuni omaggi agli ospiti, tra i quali, una decorazione raffigurante dello Stemma della Libera Provincia dell’Istria in Esilio.

 

 

                                                                                                                                         UNIONE DEGLI ISTRIANI

Il Prefetto di Trieste in visita domani alla sede dell’Unione degli Istriani

COMUNICATO STAMPA

 17 maggio 2016

 

 Il Prefetto di Trieste in visita domani alla sede dell’Unione degli Istriani

 

Domani mercoledì 18.5.2016, alle ore 11.00 il Prefetto di Trieste e Commissario del Governo nella Regione Friuli Venezia Giulia Dott.ssa Annapaola Porzio sarà in visita a palazzo Tonello, sede dell’Unione degli istriani.

 

Ad accogliere il rappresentante dello Stato nel Salotto della Dieta ci sarà il Presidente Massimiliano Lacota che, assieme ai membri della Giunta e del Consiglio, illustrerà le numerose attività culturali ed istituzionali dell’Associazione nata nel 1954 per difendere i diritti degli Esuli.

 

 

 

 

 

 UNIONE DEGLI ISTRIANI

AVVISO - CAMBIAMENTO ORARIO PER ASSISTENZA LEGGE SUI RISARCIMENTI

Si comunica a tutti gli interessati che il servizio di assistenza relativo alla Legge 59/96 della Repubblica Slovena (Legge sulla riparazione dei torti subiti nel dopoguerra), a partire dal 2 maggio 2016, è attivo un'unica giornata a settimana e col seguente orario:

 

martedì (15.00 - 18.30)

richiesta informazioni

consegna documenti

 

 

 

Unione degli Istriani

La Segreteria

Convegno “Il Giorno del Ricordo ed il suo valore morale e politico nelle relazioni tra Italia, Slovenia e Croazia” - Comunicato stampa

COMUNICATO STAMPA

 

Lunedì 22 febbraio, alle ore 16.00, il Convegno nazionale dell’Unione Istriani

alla Camera di Commercio

 

Giorno del Ricordo, sei ex Sottosegretari di Stato a confronto

 

                   Si svolgerà lunedì 22 febbraio, con inizio alle ore 16.00, nella Sala Maggiore della Camera di Commercio, il convegno dal titolo “Il Giorno del Ricordo ed il suo valore morale e politico nelle relazioni tra Italia, Slovenia e Croazia” voluto dall’Unione degli Istriani in collaborazione con la Provincia di Trieste per fare un bilancio rispetto al ruolo che, nel corso degli ultimi quindici anni, la questione della memoria nazionale delle vicende del Confine orientale ha giocato nei spesso travagliati rapporti tra Italia, Slovenia e Croazia.

           A trattare il tema nelle varie sfaccettature sono stati invitati dal presidente Massimiliano Lacota ben sei ex Sottosegretari di Stato che, a vario titolo, hanno avuto diretta esperienza e diretto confronto con le problematiche suggerite dal titolo.

           Cinque saranno fisicamente presenti al tavolo dei relatori: Roberto Antonione (Sottosegretario agli Affari esteri dal 2001 al 2006), Miloš Budin (Sottosegretario alle Politiche europee ed al commercio internazionale dal 2006 al 2008, diventando così il primo membro della comunità slovena a far parte di un esecutivo italiano), Alfredo Mantica (Sottosegretario agli Affari esteri dal 2008 al 2011) Umberto Ranieri (Sottosegretario agli Affari esteri dal 1998 al 2001) e Roberto Menia, promotore della Legge 30 marzo 2004 n. 92 che istituì il Giorno del Ricordo in memoria delle vittime delle Foibe e dell’Esodo degli Italiani, dall’Istria, Fiume e Dalmazia, nonché Sottosegretario all’Ambiente dal 2008 al 2010).

           Piero Fassino (più volte ministro e Sottosegretario agli Affari esteri con delega alle politiche comunitarie tra il 1996 ed il 1998 nel governo Prodi I), invece, impossibilitato a partecipare direttamente, sarà in collegamento telefonico da Torino.

I lavori si apriranno con i saluti di Antonio Paoletti, Presidente della camera di Commercio, della Presidente della Provincia Maria Teresa Bassa Poropat e del Sindaco Roberto Cosolini

A moderare l’incontro Mauro Manzin, nota penna del quotidiano Il Piccolo e testimone diretto di molti incontri internazionali e Massimiliano Lacota, presidente dell’Unione.

 

La Presidenza

 

Scarica il Comunicato Stampa 

 

Comunicato stampa: l’Unione degli Istriani contesta il convegno di Gorizia

UNIONE DEGLI ISTRIANI

LIBERA PROVINCIA DELL’ISTRIA IN ESILIO

-------------------------------------------------------------------------------

COMUNICATO STAMPA

 

L’Unione degli Istriani contesta il convegno di Gorizia

Lacota: “Data provocatoria e relatori lontani dalla verità dei fatti. Sarebbe grave se l’iniziativa fosse finanziata o patrocinata dagli enti pubblici”

 

                        L’Unione degli Istriani contesta aspramente il convegno organizzato per il Giorno del Ricordo a Gorizia da alcune sigle della sinistra più radicale, dal titolo: “11 anni di Giorno del Ricordo. Tra mistificazioni storiche e rivalutazione del fascismo” e che avrà luogo il 10 febbraio a Palazzo Attems.

                        “Fermo restando che al peggio non c’è limite, è del tutto inaccettabile che una simile iniziativa, in cui relatori come Alessandra Kersevan, Claudia Cernigoi e Sandi Volk tratteranno  Foibe ed Esodo con i preconcetti e le caratteristiche storpiature, si svolga proprio il 10 di febbraio e che tale evento si svolga in una cornice istituzionale come Palazzo Attems” sottolinea il presidente Massimiliano Lacotache chiede agli organizzatori ed agli oratori di “rinunciare alle provocazioni e di farsi un esame di coscienza”.

                        L’Unione degli Istriani esprime inoltre delle perplessità rispetto all’evento nutrendo il timore che la concessione della location potrebbe collegarsi ad un patrocinio della Provincia di Gorizia. “Sarebbe davvero grave, molto grave, se si scoprisse che tale iniziativa fosse finanziata oppure soltanto patrocinata – anche con l’uso gratuito dell’immobile – da parte di enti pubblici. Se così fosse, allora ci sarebbero le condizioni per denunciare una operazione disonesta e ingiuriosa nei confronti delle migliaia di esuli e loro discendenti” ha concluso Lacota.

 

                                                                                                            UNIONE DEGLI ISTRIANI

 

Scarica il Comunicato_Stampa