Attività Istituzionali

Presentazione del volume Istria Salve! Le foto.

Ha avuto luogo venerdì 28 marzo 2014 presso la Sala Maggiore di Palazzo Tonello la presentazione del volume Istria Salve! Sono intervenuti gli autori Nidia Cernecca e Gigi D'Agostini, mentre il Presidente dell'Unione degli Istriani, Massimiliano Lacota, ha rivolto il saluto iniziale. 

icon Scarica la fotocronaca (972.18 kB)

Conferito il Premio Histria Terra 2014

Giunto alla sua ottava edizione, il Premio Histria Terra - istituito dall’Unione degli Istriani e promosso con la collaborazione della Provincia di Trieste - viene annualmente conferito a chi si sia contraddistinto nella divulgazione della cultura istriana e delle vicende storiche legate al Confine Orientale. L’edizione 2014 è stata assegnata al generale Riccardo Basile, calabrese d'origine ma polesano d'adozione, come viene considerato dagli esuli istriani, ai quali si è avvicinato per motivi famigliari, "per passione della giustizia e della verità" e mosso dall'interesse per la ricerca storica.

Nel corso della cerimonia di conferimento, svoltasi in una affollatissima Sala Maggiore di Palazzo Tonello, sede storica dell’Unione degli Istriani, alla quale hanno partecipato numerosi esuli, autorità civili e militari, sono state anche ricordate le drammatiche vicende postbelliche.
 
La presidente della Provincia, Maria Teresa Bassa Poropat, ha richiamato l'attenzione sul "grandissimo percorso, che è stato fatto anche se non ancora concluso", relativamente alla conoscenza di questa storia. Per il Prefetto di Trieste, Francesca Adelaide Garufi le sofferenze legate al passato vanno superate mettendo in evidenza i valori positivi e la fiducia per l'avvenire. Il sindaco di Trieste, Roberto Cosolini, ha ringraziato invece Basile per il rispetto che nutre verso le istituzioni, "oggi molto criticate".
 
Per la Regione Friuli Venezia Giulia, l’assessore alle Finanze Francesco Peroni, si è complimentato con il vincitore a nome della presidente Serracchiani e di tutto l'Esecutivo regionale, ha sottolineato il profondo significato dell'iniziativa, "che esprime, anzitutto, un intrinseco valore etico, legato all'esercizio della memoria come manifestazione di dignità delle persone e delle comunità. Allo stesso tempo - ha aggiunto - il premio assume un alto significato civico e culturale, laddove riconosce all'attività dell'insignito il tramite alle nuove generazioni della dolorosa pagina che, nel secolo scorso, ha interessato il nostro confine orientale e le sue genti". 

Il generale Basile, che è stato premiato dal Comitato per l’Assegnazione del premio - composto da una giuria di undici membri – "per l'impegno profuso e la coerenza mantenuta nella corretta divulgazione in ogni ambito della verità storica sulle vicende del Confine Orientale d'Italia", nel suo intervento di ringraziamento ha spiegato che con il suo lavoro di ricercatore ha fatto "solo una piccola parte del dovere di un uomo che deve reagire, quando è a conoscenza di un'ingiustizia" e ha ricordato che gli esuli "che sapevano soffrire in silenzio con grande dignità, hanno pagato per la guerra perduta".


icon Scarica la fotocronaca (1.18 MB)

Presentazione del libro: Albo d’Oro – La Venezia Giulia e la Dalmazia nell’ultimo conflitto mondiale. Le foto

E' stata presentata al pubblico venerdì 21 febbraio, nella Sala Maggiore di Palazzo Tonello, la III edizione riveduta e aggiornata del volume "Albo d’Oro – La Venezia Giulia e la Dalmazia nell’ultimo conflitto mondiale". Rispetto alla II edizione quella presente si divide in tre parti, la prima delle quali, oggetto della presentazione, riguarda la provincia di Trieste. Il volume è stato curato da Giorgio Rustia ed Adriana Defilippi.


Alla presentazione hanno preso parte l'Assessore della Provincia di Trieste Mariella Magistri Defrancesco, in rappresentanza della Presidente Bassa Poropat, e l'Assessore Regionale alla Cultura Gianni Torrenti, in rappresentanza della Presidente Debora Serracchiani.

icon Scarica la fotocronaca (1002.55 kB)

Giorno del Ricordo 2014: la cerimonia a Basovizza

Le celebrazioni del Giorno del Ricordo sono culminate ieri nella solenne cerimonia presso il Sacrario della Foiba di Basovizza, alla presenza delle massime autorità civili e militari della regione tra cui il Prefetto di Trieste Adelaide Garufi, il Sindaco di Trieste Roberto Cosolini, la Presidente della Provincia di Trieste, Maria Teresa Bassa Poropat e la Presidente della Regione FVG Debora Serracchiani. Per l'Unione degli Istriani erano presenti il Presidente Massimiliano Lacota ed il Vicepresidente Enrico Neami, accompagnati da un folto gruppo di aderenti. Sulla spianata gremita di esuli e delle rappresentanze delle associazioni d'arma, e di alcune scolaresche, sono stati resi gli Onori alle Vittime delle Foibe, alla presenza di un picchetto in Armi dell'Accademia Militare Nunziatella di Napoli. La cerimonia si è conclusa con la Santa Messa officiata da Mons. Gianpaolo Crepaldi, Vescovo di Trieste e con la consegna dell'onorificenza al congiunto di un infiorato da parte del Commissario di Governo.

icon Scarica la fotocronaca (2.14 MB)

Trieste: omaggio ai monumenti all'Esodo e alle Vittime delle Foibe

Sabato 8 Febbraio ha avuto luogo come ogni anno la deposizione di corone ai Monumenti dedicati alla memoria dei Martiri delle Foibe e dell'Esodo, nell'ambito delle celebrazioni del Giorno del Ricordo organizzate dal Comune di Trieste, dalla Provincia di Trieste e dall' Unione degli Istriani in collaborazione con la Lega Nazionale. Alla cerimonaia hanno preso parte una delegazione della Federesuli e le Associazioni combattentistiche e d'Arma.
Il momento commemorativo ha avuto inizio in Piazza Libertà, con l'omaggio al Monumento all'Esodo ed alla targa posta sull'edificio dell'Ex Silos, a ricordo delle sofferenze dei profughi istriani che ivi soggiornarono.
In seguito sono stati resi gli onori al Monumento ai Martiri delle Foibe e alla Stele in memoria dell'Eccidio di Vergarolla sul Colle di San Giusto.
La cerimonia si è conclusa con l'omaggio al Monumento all'Esodo di Rabuiese.

icon Scarica la fotocronaca (1.82 MB)