Attività Istituzionali

Conferenza Nazionale: Il confine orientale dal Memorandum di Londra all’allargamento dell’Unione Europea: pensieri, azioni ed omissioni nella difesa degli interessi nazionali in Istria. Le foto.

Ha avuto luogo sabato scorso, nella splendida cornice del Salone di Rappresentanza del Palazzo della Regione Friuli Venezia Giulia a Trieste la conferenza nazionale sul tema  "Il confine orientale dal Memorandum di Londra all’allargamento dell’Unione Europea: pensieri, azioni ed omissioni nella difesa degli interessi nazionali in Istria", indetta in occasione delle celebrazioni del 60° Anniversario di Fondazione dell'Unione degli Istriani.

La giornata di studi ha posto l'attenzione, articolandosi in tre differenti sessioni, sul contesto in cui nasce l'Unione degli Istriani, sul Trattato di Osimo e i suoi risvolti politici sui territori della Venezia Giulia e sull'associazionismo degli Esuli, e infine sul percorso che ha visto l'allargamento dell'Europa Unita a Slovenia e Croazia e l'istituzione in Italia del Giorno del Ricordo, fatti che hanno profondamente inciso, nel bene e nel male, sulla vicenda dell'Esodo sia a livello nazionale che di relazioni con i paesi limitrofi.

Sono intervenuti storici e saggisti di fama nazionale, testimoni diretti dell'Esodo e delle atrocità subite dalle genti dell'Istria, nonché alcuni tra gli esponenti politici che maggiormente hanno inciso affinché la Memoria dell'Esodo divenisse memoria collettiva degli italiani.

icon Scarica la fotocronaca (1.6 MB)

Inaugurata alla presenza delle Autorità la mostra documentaria rievocativa allestita in occasione del 60° anniversario di fondazione dell’Unione degli Istriani

 

Il programma di iniziative organizzate dall’Unione degli Istriani per celebrare il 60° anniversario di fondazione, si è aperto lo scorso lunedì 3 novembre, con l’inaugurazione della mostra documentaria rievocativa “Sessant’anni di storia e di lotta” che ha avuto luogo alle ore 16.30 presso la Sala Torrebianca, in via Torrebianca 22, a Trieste. 

Il Presidente Massimiliano Lacota ha illustrato ai numerosi visitatori intervenuti il contesto che vide nascere l’Unione degli Istriani, spiegando loro il percorso espositivo. 

La mostra offre l’opportunità di approfondire la conoscenza di molti aspetti poco noti, o addirittura inediti, della lunga storia dell’Associazione, attraverso l’esposizione di documenti originali provenienti dal ricco archivio storico dell’associazione – vincolato dal MIBAC che lo ha dichiarato di notevole interesse storico – e cimeli. 

Dalla sua assemblea istitutiva, svoltasi il 28 novembre 1954 a Trieste, a poche settimane dalla firma del Memorandum di Londra, l’Unione degli Istriani ha rivestito un ruolo di rilievo nazionale sul piano politico e, da sempre impegnata nella salvaguardia dei valori cristiani, si è spesa molto, fin dai primi mesi di vita, anche sul piano culturale con una vastissima produzione di volumi e studi di carattere scientifico, storico ed artistico. 

Per le Autorità hanno preso la parola durante l’inaugurazione l’Assessore della Provincia di Trieste Mariella Magistri De Francesco, l’Assessore Antonella Grim per il Comune di Trieste, ed il consigliere regionale Franco Codega per la Regione Friuli Venezia Giulia. 

Hanno portato il loro saluto anchre il Presidente del’Università Popolare di Trieste Maurizio Somma ed il Presidente dell’Associazione dei combattenti della Carinzia Kärntner Abwehrkämpfrerbund Fritz Schretter. 

La mostra resterà aperta fino al 30 novembre con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 16.00 ed il sabato e la domenica dalle ore 14.00 alle 19.00. 

L’iniziativa gode del patrocinio della Provincia di Trieste e della collaborazione della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e del Comune di Trieste. 

icon Scarica la fotocronaca (968.56 kB)

68° Anniversario del martirio del Beato Francesco Bonifacio: le foto

Nonostante pioggia e vento, numerose persone hanno preso parte ieri, 11 settembre, alla cerimonia di commemorazione del 68°Anniversario del Martirio del Beato Francesco Bonifacio. Tra le autorità erano presenti il vicepresidente della Povincia di Trieste, Igor Dolenc, il consigliere comunale Marco Toncelli in rappresentanza del Sindaco Cosolini, il sacerdote don Davide Risicato, molti esponenti politici cittadini ed i famigliari di Giovanni Bonifacio, fratello del Martire, scomparso lo scorso agosto.

La cerimonia ha visto la deposizione di una corona presso la targa che ricorda il sacerdote martire, un breve intervento del Presidente dell'Unione degli istriani, Massimiliano Lacota ed un'orazione per l'intercessione del Beato Bonifacio per le su genti e la sua terra.

icon Scarica la fotocronaca (945.13 kB)

Commemorata sul Colle di San Giusto a Trieste la Strage di Vergarolla

Ha avuto luogo lo scorso 18 agosto sul Colle di San Giusto in Trieste la commemorazione della Strage di Vergarolla, la spiaggia nei pressi di Pola dove nello stesso giorno del 1946 agenti dell'OZNA, la polizia segreta jugoslava, facevano brillare delle mine lì accatastate, martoriando un centinaio di civili, tra cui innumerevoli bambini, che ivi si trovavano per assistere ad una competizione sportiva.

La cerimonia, indetta dalla Federazione Grigioverde e dalla Famiglia Polesana, aderente all'Unione degli Istriani, ha visto la deposizione di due corone di alloro presso la stele che ricorda le vittime della strage, nell'ora esatta in cui questa avveniva.

Ad essa hanno preso parte per la Provincia di Trieste il vice presidente, Igor Dolenc, e per il Comune di Trieste l'Assessore Antonella Grim. Il Gen. Riccardo Basile, presidente della Federazione Grigioverde e della Famiglia Polesana, ha tenuto una breve allocuzione.

icon Scarica la fotocronaca (1.41 MB)

Concerto dell'Amicizia 2014 Konzert der Freundschaft. Le foto

Si è registrato il tutto esaurito, nel pomeriggio di sabato scorso alla Sala Tripcovich, per il Concerto dell’Amicizia promosso dall’Unione degli Istriani con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Trieste, che ha visto protagonista l’applauditissima orchestra di fiati carinziana Glantaler Blasmusik che ha sfoggiato un apprezzato repertorio di marce militari della Grande Guerra. Erano presenti il Prefetto di Trieste, Francesca Adelaide Garufi, l'assessore regionale alle finanze, Francesco Peroni, il Sindaco di Trieste, Roberto Cosolini ed il vice presidente del Consiglio Regionale della Carinzia.

icon Scarica la fotocronaca (1.08 MB)