Conferimento del Vessillo "Libera Provincia dell’Istria in Esilio"

Si pubblicano alcune foto della premiazione che ha avuto luogo nel pomeriggio dello scorso 15 dicembre presso la Sala Chersi di Palazzo Tonello in Trieste, con l'assegnazione del Vessillo della Libera Provincia dell'Istria all’ing. Guido Gay, scopritore del relitto della Corazzata Roma, nave da guerra italiana varata presso il cantiere “San Marco” di Trieste e utilizzata nella seconda guerra mondiale.

Affondata nel golfo dell'Asinara dall’aviazione militare tedesca il 9 settembre 1943, fu individuata e recuperata solamente il 28 giugno 2012 da un gruppo di esperti, comandati dall’ingegnere Guido Gay.

Al conferimento del Vessillo erano presenti l’Assessore Mariella  Magistri de Francesco per la Provincia di Trieste, il dott. Guido Spada, comandante a riposto del Corpo forestale dello Stato nelle province di Treviso e Venezia; il dott. Luigi Fozzati, già Soprintendente per i beni archeologici del Friuli Venezia Giulia, il comandante Giulio Staffieri, presidente della Federazione Grigioverde delle associazioni combattentistiche e d’arma e il giornalista sportivo Dante Di Ragogna.

La cerimonia di premiazione ha concluso una giornata dedicata alla commemorazione degli Istriani, Fiumani, Dalmati e della venezia Giulia caduti nell’affondamento della Corazzata Roma e che aveva avuto il suo inizio in mattinata, con la Santa Messa officiata nella Chiesa “Beata Vergine” del Rosario di Trieste.

 

 

 

 

Scarica fotocronaca